claims made

Mercoledì 27 febbraio p.v. (dalle ore 14.00 alle ore 17.00), presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi (Via Garibaldi 9, Piano Nobile), A.NA.STE LIGURIA, in qualità di promotrice, unitamente alla quasi totalità delle Associazioni datoriali/Coordinamenti del comparto sanitario e sociosanitario di Regione Liguria (AGESPI, ARIS, CONFCOOPERATIVE, CONFINDUSTRIA, CORERH, C.R.E.A., FENASCOP, LEGACOOP, UNEBA) e alcuni tra i più rilevanti Gruppi di capitale del settore (GRUPPO GHERON, iSENIOR, KOS) organizzerà un evento tecnico-congressuale di importanza storica, nonché strategica, per le strutture sanitarie, sociosanitarie, pubbliche e private.

L’evento rifletterà sulle problematiche delle polizze assicurative c.d. CLAIMS MADE, ovvero il modello, “l’architettura di polizza” che regola – giuridicamente – l’universalità delle coperture di cui, in oggi, beneficiano gli Enti gestori.

Al Congresso parteciperanno alcuni tra i più qualificati esperti del settore a livello nazionale:

Stefano Balleari – Vicesindaco Comune di Genova
Matteo Rosso – Presidente Commissione Salute e Sicurezza Sociale Regione Liguria
Marco Capecchi – Professore di diritto privato presso la Facoltà di Economia, Giurisprudenza
e la Scuola di Specializzazione di Medicina Legale presso Università degli Studi di Genova
Andrea Lomi – Docente presso la Scuola di Specializzazione di Medicina Legale
dell’Università degli studi di Genova; Dirigente Medico dell’Unità Operativa di Medicina
Legale dell’Ospedale Policlinico S. Martino; Direttore dell’Italian Journal of Legale Medicine
Rosaria Bono – Notaio iscritto al Ruolo dei Distretti Notarili Riuniti di Genova e Chiavari,
membro del CDA di FILSE
Marco Ferraro – Avvocato, socio fondatore studio Ferraro-Giove e associati

Modera
Daniela Boccadoro Ameri – Direttrice Altraeta.it

L’evento è aperto al pubblico e durerà, indicativamente, 3 ore così ripartite: 2 ore di relazione e 1 ora di dibattito e question time.

Come noto, l’assicurazione della responsabilità civile stata rivoluzionata nel corso degli ultimi anni dalle Compagnie che hanno imposto il passaggio dal tradizionale modello LOSS OCCURRENCE (in cui è necessario essere assicurati nel momento in cui si verifica l’evento che origina la richiesta di risarcimento), al modello CLAIM MADE (in cui è necessario essere assicurati nel momento in cui giunge la richiesta di risarcimento).

Si tratta, è bene dirlo, di una rivoluzione copernicana. Il principale problema delle nuove polizze – molto spesso ignorato o sottovalutato – è costituito dalla grande facilità con la quale si può incorrere in pericolosissimi vuoti di copertura, in seguito ad eventi assolutamente frequenti (il cambio della compagnia di assicurazione, il rinnovo della polizza stessa, etc.). Tutto ciò premesso, l’evento si pone come obiettivo primario quello di soddisfare il debito informativo sulla materia. Il secondo, prendendo ad esempio l’esperienza di alcuni Ordini professionali (notai, commercialisti, avvocati), è quello di individuare le possibili soluzioni per salvaguardare le imprese da un punto di vista patrimoniale e, per la prima volta a livello italiano, costruire un percorso che possa esitare nella redazione di una polizza in grado di:

  • tutelare e garantire in modo efficace e universalistico le Strutture sanitarie e sociosanitarie (come mai prima è stato fatto), contrattando le condizioni della polizza stessa e intervenendo – all’origine – nella fase di stesura del testo;
  • assolvere agli obblighi di monitoraggio, prevenzione e gestione del rischio clinico codificati dalla Legge Gelli;
  • determinare un notevole risparmio della spesa assicurativa, assicurando considerevoli vantaggi economici a beneficio degli Enti gestori.

Scarica l’invito

Nome*

e-mail*

Messaggio

Do il consenso all'utilizzo dei miei dati per la richiesta di informazioni (Leggi l'informativa completa)

Voglio iscrivermi alla newsletter Ameri