fbpx

Bonus Pubblicità 2020: un’opportunità per parlare al tuo target

Pubblicità (fonte Shutterstock)

Il Decreto Rilancio presentato dal presidente Conte la settimana scorsa ha introdotto un’importante novità per il mondo editoriale. Il Bonus Pubblicità infatti passa dal 30 al 50%: il credito d’imposta passa dunque al 50% del valore dell’intero investimento pubblicitario.

Il tetto di spesa passa a 60 milioni di euro. Di questi, 40 milioni sono dedicati a investimenti pubblicitari su giornali e periodici, anche online, mentre i restanti 20 sono destinati a investimenti su emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche e digitali. Nel Decreto Rilancio, come già indicato nel decreto Cura Italia, la base di calcolo dell’agevolazione (sempre e solo limitatamente al 2020) viene effettuata sull’intero investimento per l’anno, e non solo sulla parte incrementale rispetto all’anno precedente.

Con tale regime straordinario, il credito d’imposta si apre ai soggetti che inizino la loro attività nel corso del 2020, oppure che realizzeranno investimenti inferiori rispetto a quelli effettuati nel 2019, oppure che nell’anno 2019 non abbiano effettuato investimenti pubblicitari.

Il Bonus Pubblicità vale ovviamente anche per tutti coloro che vogliono investire su www.altraeta.it, il primo giornale online tutto dedicato ai lettori over 50.
Le domande andranno presentate a settembre, ma meglio non farsi trovare impreparati: per avere tutti i dettagli e conoscere tutte le nostre vantaggiose offerte per promuovere il tuo brand puoi contattare la redazione di Altraetà, il referente marketing è a tua completa disposizione.

All rights reserved Ameri. Digital PR & Crisis Communication